La consegna degli attestati

Purtroppo Lorenzo non era presente alla consegna degli attestati perch√® Giulio, 8 mesi, era un po’ in crisi per la gastrointerite. Ma Enrico presenziava degnamente all’evento.

Alleghiamo due foto (non proprio il massimo come qualit√†) che testimoniano l’avvenuta consegna degli attestati!

E’ stata una bella esperienza e vedervi lavorare sul blog ci riempie di gioia!

Lorenzo e Enrico

 

attestati-io-e-il-mio-web-02

 

attestati-io-e-il-mio-web-01

Foto Fede e Ginevra

Ecco tre foto della galleria di Federica ritoccate per poter andare su una gallery (altezza uguale) e quelle di Ginevra ancora da ritoccare (Ginevra prova ad applicare il tutorial di lorenzo come ha fatto oggi la Fede!ūüėČ

 

Immagine

 

Immagine

Immagine

 

Ed ecco invece alcune foto di Gine…

ImmagineImmagine

Le meraviglie linguistiche del Web

file000932944015Tradurre e comunicare nel mondo grazie ad Internet Web ed applicazioni per smartphone è oramai una opportunità alla portata di tutti.

Grazie alle soluzioni liberamente disponibili sul Web oppure sotto forma di app sul proprio smartphone è diventato letteralmente un gioco da ragazzi comunicare anche con persone di lingua diversa dalla propria.

Unica discriminante importante è avere sempre a disposizione una buona connessione Internet in quanto tutte le applicazioni di traduzione si basano su complessi algortimi di traduzione e imponenti base dati linguistiche che difficilmente possono risiedere sul nostro computer e ancor meno sul proprio smartphone.

Ciò detto è importante sapere che grazie a Internet è possibile:

+ digitare nella propria lingua anche se si ha di fronte una tastiera diversa dalla propria lingua naturale di riferimento

+ tradurre del testo scritto

+ controllare l’ortografia di un testo che si sta scrivendo

+ accedere a qualsiasi tipo di dizionario per cercare significati di parole, sinonimi e quant’altro necessario

+ sentire la pronuncia di qualsiasi testo scritto

+ tradurre del testo pronunciato a voce

+ tradurre del testo che appare sotto forma di immagine

+ tradurre sottotitoli di un video

+ realizzare sottotitoli a un video abbinando opportuni file di testo al video stesso

Provare per credere: http://www.infoaccessibile.com/lab-culture.htm

La foto è free ed stata scaricata da: http://www.morguefile.com/archive/display/111495

Creare una fotogallery e metterla nel blog

Scelta delle foto e foto ritocco online.

macchina-epoca-004Non √® necessario comprare software costosi come ad esempio Photoshop per fare il fotoritocco delle nostre fotografie perch√® online si trovano strumenti sufficientemente semplici ed efficienti. Noi useremo pixlr.com¬†. Unico punto di cui stare attenti √® che bisogna prima di tutto iscriversi e fare un account con la mail o la password oppure usando il vostro accunt facebook se volete che i due programmi d’ora in poi parlino, noi preferiamo la prima soluzione.

Una volta aperto Pixlr bisogna scegliere aprire una foto che sta in una cartella sul computer, oppure una foto che √® sul web (tramite l’indirizzo web, detto URL) oppure inziare da un foglio bianco. Noi faremo nel primo modo.

Prima operazione è RITAGLIARE la foto lasciando fuori quello che non ci piace usando lo strumento Taglierina.
Poi ogni ragazzo scegliere lo stile lo stile che preferisce (come ad esempio Samuele ha preferito il Seppia) e controllare Luminosità e Contrasto.
Ultima operazione indispensabile √® il ridimensionamento. In questo caso, per il nostro progetto vogliamo che l’altezza della foto sia 500pixel mantenendo le proporzioni inalterate.
Alla fine salveremo con un nome progressivo (nel caso di Samuele, sarà Auto-Epoca-001.jpg) Questo aiuterà anche Google nel trovare (indicizzare) la foto.

Quando avete un numero sufficiente di foto, chiudiamo il programma e apriamo il nuovo programma ¬†PhotoSnack (sempre online e sempre gratuito) che ci far√† creare lo “slideshow” ovvero la presentazione.

Una volta iscritto, devo fare un “new slideshow” e posso scegliere tra “Browse” o “Drag and Drop“. Browse significa che navigo nelle mie cartelle e scelgo le foto. Drag and Drop significa che posso selezionare le foto con il mouse e trascinarle nel quadro apposito.

Premendo “next” si passa alla schermata dove √® possibile sceglere il “Template” ovvero il “vestito” della nostra presentazione. Poi quando tutto √® definito (musica, dimensioni, colore) premiamo in alto FINISH (tasto verde).

Adesso ho il link al mio slide show

Privacy, Copyright e Net Reputation

Siamo quel che siamo con i nostri difetti e i nostri pregi ma siamo quello che siamo soprattutto per ci√≤ che facciamo anche sul Web e sui Social dove la situazione si complica perch√® le identit√† possono essere trasfigurate e l’immediatezza della comunicazione pu√≤ trarci in inganno e farci commettere degli errori: niente paura per√≤ perch√® la Rete √® anche una formidabile mondo di opportunit√† in positivo, vediamo quali…

Ci credereste che un click pu√≤ far guadagnare a qualcuno un’ora ma anche una giornata di lavoro?

E’ molto pi√Ļ semlice di quanto pensiate e corrisponde al meccanismo del pay per click per cui un semplice click su un annuncio pubblicitario pu√≤ avere il valore anche di qualche euro o qualche decina di euro addirittura in alcuni casi?!?

Questo dovrebbe aiutare  a far capire che tutto ciò che facciamo in Rete può avere un valore negativo nel caso di comportamenti scorretti ma anche positivo nel senso di opportunità economica.

A proposito di opportunit√†, pensate ad esempio al vuoto lasciato dai licenziamenti in massa operati da Nokia in Finlandia e che ha portato in brevissimo tempo alla nascita di tantissime start-up concentrate sui videogiochi come la notissima Angry Birds di Rovio che quest’anno quest‚Äôanno fatturer√† 500 milioni di euro!?!

Idee innovative, capacità di comunicazione e tanta buoimmagine dell'ultimo gioco di angry birds centrato sul mito di star warsna volontà sono le chiavi di successo per emergere in Rete ammesso e non concesso che si abbia il know-how necessario per muoversi in maniera accorta sulla Rete imaprando a gestire argomenti e problematiche delicate come il Copyright e la Privacy.

Regole di sopravvivenza generali sono quelle per cui bisogna sempre fidarsi del proprio istinto, avere una dose abbondante di buon senso sempre a disposizione e ricordarsi in ogni caso che siamo sempre responsabili di ci√≤ che facciamo e ci√≤ che facciamo in Rete √® sempre facilmente ricostruibile proprio perch√® abbiamo a che fare con una tecnologia di tipo digitale (attenzione a non fidarsi di scritte illusorie e imprecise come navigazione anonima’ che non ci portano – letteralmente – da nessuna parte…ūüėČ

Tanto per cominciare dimentichiamoci della nostra privacy assolutamente messa in discussione con l’avvento di Internet e del Web.

Web history, cookies, tracciamento ip e quant’altro concorrano a mettere alla berlina i nostri profili personali per cui che faccia una ricerca sul Web o qualsiasi altra attivit√† sul Web (anche la semplice¬†navigazione su una pagina web e magari da¬†smartphone) sono tantissime le informazioni che viaggiano sul mio conto senza che io me ne possa accorgere e che vanno ad alimentare veri e propri rapporti riservati sulla mia personalit√† online.

Tutto dunque √® perduto? Assolutamente no perch√® intanto essere coscienti di un problema significa essere a met√† strada per risolverlo, dopodich√® esistono fortunatamente molti strumenti e procedure che ci consentono, ad esempio, durante l’utilizzo dei social network di determinare alcuni possibili utilizzi di dati personali quali:
– condivisione o meno di profili personali con amici;
– post visualizzati anche dalle persone non appartanenti alla propria cerchia di amicizia;
– la cronologia della ricerca attivata oppure no;
– condivisione di dati personali fra siti web di diverso tipo.

A livello di privacy, così come di copyright è importante ricordare alcuni principi fondamentali:
+ ci√≤ che si scrive sul Web (in senso lato quindi anche foto e video…) rimane a tempo indefinito senza possibilit√† di cancellarlo;
+ quello che si scrive può essere una opportunità di crescita (anche economica!) ma anche può arrecare danno a qualcuno;
+ siamo sempre responsabili di ciò che scriviamo sul Web e bisogna essere pronti ad assumersi le proprie responsabilità;
+ esistono alcuni argomenti particolarmente delicati che bisogna saper maneggiare con cura.

Sulla base dei principi poc’anzi elentati ecco un sorta di kit di sopravvivenza utile per utilizzare la Rete in maniera coscente ed appropriata:
+ domandarsi sempre se una nostra espressione sul Web e sui Social Network pu√≤ offendere la sensibilit√† di qualcuno e arrecargli danno (purtroppo esistono sempre pi√Ļ spesso casi addirittura di suicidio di giovanissimi indotti da derisioni e offese pubblicate online);
+ ricordarsi che determinati argomenti quali l’identit√† e preferenza sessuale cos√¨ come la salute, l’intimit√†, i minori in generale e l’appartenenza politica sono considerati dalla legge particolarmente importanti da proteggere;
+ tenere sempre a mente che esiste una responsabilità di tipo civile (condivisibile con altri) per cui ci si può trovare nella situazione per cui i nostri familiari mettono a rischio i prori beni o i propri stipendi per il nostro comportamento ma esiste anche una responsabilità di tipo penale che per definizione è strettamente personale;
+ citare sempre la fonte di provenienza e l’autore del materiale che si vuole diffondere in Rete;
+ chiedere permessi e liberatorie alle persone interessate dalla diffusione di materiale online soprattutto se lo stesso ha finalità di utilizzo commericale;
+ monitorare ed essere subito pronti a qualsiasi richiesta di gestione a posteriore del materiale pubblicato online da parte di persone direttamente coinvolte dal medesimo..

Se impariamo questi principi di comportamento allora ci verr√† naturale utilizzare la Rete in positivo per valorizzare la nostra ed altrui Net Reputation magari per sfruttarla – come √® capitato a tantissimi giovani – per realizzarsi professionalmente grazie all’acquisizione nel tempo di una capacit√† di scrivere¬†cose interessanti, magari abbinabili a un nome (brand) originale da veicolare attreverso un messaggio che si propaga spontaneamente in Rete (virale) e che pu√≤ permetterci di essere in primo piano rispetto al resto dei contenuti e all’attenzione dei propri interlocutori e alla sterminata platea di pubblico che rappresenta Internet.

Enrico e Lorenzo per i giovani dello Spazio Giovani di Vaglia

p.s.
link utili in tema su http://www.infoaccessibile.com/lab-usabilita.htm

Primo incontro con Lorenzo e Enrico

Oggi pomeriggio abbiamo parlato di Fotografia, Video, raccontare storie, reportage.
Abbiamo detto che contano molto pi√Ļ le idee della tecnologia e che si possono raccontare delle belle storie anche con strumenti relativamente a buon mercato.

Ho fatto l’esempio del mio progetto BUS CHRONICLES¬†che √® stato realizzato tutto con il cellulare ed ha avuto un discreto successo!

Enrico ha introdotto il concetto di privacy e ha enunciato due principi:
1) Lo scopo per cui si fa una foto, se è artistico è spesso accettato dalla Comunità
2) Nel caso la foto disturbi il soggetto si può sempre trovare un accordo con costui

Abbiamo poi provato a impostare delle idee di progetti fotografici:
Samuele lavorerà sulla sua attività di Soft-Air con foto sue e di altri amici
Federica lavorerà probabilmente con foto di animali
Mattia deve decidere
Ginevra racconterà il mondo dello sport, in particolare Pallavolo e Motocross

Abbiamo infine creato il blog che servir√† come diario di questa attivit√† e poi rimarr√† “in eredit√†” allo Spazio Giovani di Vaglia.

Immagine
Foto fatta davanti allo Spazio Giovani